Al momento stai visualizzando Implantologia a carico immediato: cos’è, a chi serve e quali sono i vantaggi

Implantologia a carico immediato: cos’è, a chi serve e quali sono i vantaggi

L’implantologia dentale a carico immediato è una tecnica odontoiatrica innovativa adatta ai pazienti con uno o più denti mancanti per via dell’età avanzata o a causa di traumi alla bocca. L’impianto a carico immediato consente di sostituire i denti efficacemente: entro 24-48 ore la protesi viene fissata sulla vite biocompatibile in titanio, precedentemente inserita nell’osso mediante un piccolo intervento chirurgico. Il vantaggio principale di questa tecnica è quello di installare una protesi con denti fissi subito dopo l’intervento, evitando così il lungo processo di osteointegrazione dell’impianto dentale (circa 3 o 4 mesi).

Impianto con denti fissi in 24 ore: in cosa consiste l’intervento

protesi a carico immediato

L’implantologia a carico immediato prevede un intervento chirurgico ambulatoriale che consiste inizialmente in un’incisione della gengiva nell’area coinvolta e nell’esecuzione di un foro nell’osso, al cui interno viene introdotta la vite biocompatibile. Nell’arco delle 24-48 ore successive all’intervento possono essere applicate protesi fisse a carico immediato, garantendo la stabilità necessaria e scongiurando protesi provvisorie ed eventuali nuovi trattamenti odontoiatrici: il posizionamento della protesi prevede un tempo di circa 30 minuti e non richiede manutenzione specifica o attenzione particolare del paziente.

A quali pazienti può essere applicata la protesi a carico immediato?

Per applicare gli impianti a carico immediato e favorire una corretta osteointegrazione, è necessario che il paziente presenti una serie di condizioni:

  • stabilità primaria dell’impianto superiore a 35 Ncm;
  • ottima quantità e densità della struttura ossea;
  • tessuti molli e gengive in buono stato;
  • assenza di bruxismo;
  • buon bilanciamento nell’occlusione.

In caso di intervento per l’installazione di 4 o 6 impianti, talvolta non risulta possibile praticare un carico immediato con protesi fissa, per l’assenza di stabilità primaria di almeno 35 Newton (osso molle): in tal caso si procederà all’applicazione di una protesi provvisoria per alcuni mesi, per poi sostituirla con una fissa definitiva.

Impianti a carico immediato: vantaggi delle protesi fisse in 24-48 h

La diffusione del carico immediato in implantologia è dovuta essenzialmente ai tempi ridotti rispetto agli impianti tradizionali a carico differito, che obbligano invece il paziente ad attendere diversi mesi con una protesi provvisoria per permettere la corretta osteointegrazione dell’impianto.
Grazie all’implantologia dentale a carico immediato lo specialista può applicare le protesi permanenti o semipermanenti entro uno o due giorni dall’installazione dell’impianto, consentendo così all’osso di iniziare sin da subito il processo di integrazione ed evitare quindi le lunghe attese per la sostituzione delle protesi mobili.

Per ulteriori informazioni sulla tecnica a carico immediato, è possibile contattare il dott. Massimo Gualtieri presso gli studi di Aielli e San Benedetto dei Marsi, in provincia dell’Aquila.