Al momento stai visualizzando Ipersensibilità dentinale: come prevenire con una corretta igiene orale

Ipersensibilità dentinale: come prevenire con una corretta igiene orale

L’ipersensibilità dentinale è un disturbo causato dall’esposizione della dentina, la sezione collocata sotto lo smalto del dente. Quest’ultimo risulta solitamente impermeabile all’ambiente orale, sebbene talvolta possa essere danneggiato da sostanze acide con pH superiore a 5,5, compromettendo l’impermeabilità dello smalto, che si consuma e “scopre” gradualmente la dentina.

Con la dentina scoperta, vengono esposti i microtubuli dentinali, piccoli pori che mettono in comunicazione l’ambiente esterno con le terminazioni nervose del cuore vitale del dente: assumere cibi troppo caldi o troppo freddi, ad esempio, può stimolare reazioni nervose e provocare dolore e infiammazione acuta.

Come si può evitare questo processo in grado di intaccare la vitalità e la sensibilità del dente?

Denti sensibili: le “radici” del disturbo

denti sensibili

La sensibilità alterata di uno o più denti può derivare da numerosi fattori, non sempre di semplice e immediata risoluzione. Quali sono le cause dell’ipersensibilità dentale? Vediamo insieme le più comuni:

  • eccessivo spazzolamento dei denti: l’igiene orale quotidiana non viene eseguita sempre in maniera corretta e i denti vengono sottoposti a uno spazzolamento troppo vigoroso e aggressivo, in grado di provocare il fenomeno della retrazione gengivale (o gengive ritirate) con l’esposizione dei colletti dentali, area piuttosto sensibile del dente;
  • bruxismo: a causa dell’usura dello smalto dentale dovuta al digrignamento dei denti, può avvenire un aumento consistente della sensibilità dentinale al momento dell’assunzione di alimenti eccessivamente freddi o caldi;
  • gengivite, carie, pulpite: il dente sensibile potrebbe essere sintomo di disturbi più o meno gravi, come gengivite (infiammazione della gengiva), carie (infezione del dente), pulpite (infiammazione della polpa dentaria) e altre patologie odontoiatriche.

Forte sensibilità ai denti: i sintomi più frequenti nei pazienti

sensibilità denti
Denti Sensibili: Dolce – Acido – Freddo – Caldo

Mangiare il gelato è diventata un’impresa? Bere un calice di vino mette alla prova i tuoi denti? Parliamo, purtroppo, della quotidianità di alcune persone, costrette a rinunciare ad alcuni piaceri della vita per evitare il dolore provocato dai denti sensibili al freddo e al caldo.
Cosa ci dicono i nostri pazienti? Quali sono i sintomi riscontrati nei soggetti che soffrono di questo disturbo? Questi i più frequenti:

  • sensibilità dentinale accentuata nell’assunzione di alimenti troppo freddi o troppo caldi;
  • dolore durante il consumo di cibi e bevande molto zuccherate o eccessivamente aspre;
  • dolore provocato dall’aria fredda nei periodi invernali, quando si cammina o si corre al parco;
  • aumento di sensibilità dentale nel corso della routine quotidiana di igiene orale, spesso durante lo spazzolamento.

Come si può superare questa fastidiosa sintomatologia e tornare finalmente alla normalità? Quali sono le regole di prevenzione per contrastare l’insorgenza di questo fenomeno?

Ipersensibilità dentale: prevenire meglio che curare?

Come per la gran parte dei disturbi del cavo orale, la parola d’ordine è prevenzione: corretta igiene orale quotidiana, pulizia profonda con spazzolino morbido e costante utilizzo del filo interdentale.

Prevenire meglio che curare, dunque? Assolutamente sì.

Gli specialisti sono concordi nell’affermare che la prevenzione sia cruciale per evitare l’insorgenza dell’ipersensibilità dentale e di eventuali patologie che potrebbero comparire come conseguenza diretta di questo disturbo.
Se il problema persiste è necessario rivolgersi al proprio odontoiatra: solo uno specialista è in grado di identificare le vere cause del disturbo e intraprendere il trattamento più idoneo in base alle condizioni del singolo paziente.
Per saperne di più sull’ipersensibilità dentinale, puoi affidarti all’esperienza del dott. Massimo Gualtieri, contattando uno dei suoi due Studi Odontoiatrici ad Aielli o San Benedetto dei Marsi per richiedere un appuntamento.